Home Page Climagri
Links
Mappa del sito E-mail
Home Page Ucea
Ricerca 3.2
 
 

<<

Ricerca 3.2

PROGETTO FINALIZZATO CAMBIAMENTI CLIMATICI E AGRICOLTURA "CLIMAGRI"

SOTTOPROGETTO 3 :  Siccità, desertificazione e gestione delle risorse idriche.

TEMATICA 3.2:

Programmazione irrigua e analisi della gestione dell'acqua

Responsabile della ricerca : Dr. Marcello Mastrorilli - Istituto Sperimentale Agronomico (Bari)

Premessa

Oggi l'acqua rappresenta un limite fondamentale per la salute e il benessere della popolazione della Terra. Nel futuro la richiesta d'acqua tenderà ad aumentare.

Nel comparto agricolo le richieste idriche si faranno sempre più pressanti per:

  • aumentare il livello della produttività agricola;

  • gli effetti del riscaldamento dell'aria causati dal cosiddetto "effetto serra";  

  • deterioramento della qualità delle acque.

La minaccia della siccità e della desertificazione nell'area del Mediterraneo deve essere affrontata per tempo, studiando la corretta gestione dell'acqua. Nello specifico dell'agricoltura, migliorare l'efficienza d'utilizzazione dell'acqua irrigua comporta un notevole risparmio di risorse a vantaggio di altre superfici da irrigare, dell'ambiente e di altri settori produttivi.

L'efficienza dell'acqua irrigua aumenta:

  • distribuendo l'acqua al momento più opportuno per la pianta,

  • opportune scelte colturali,

  • evitando gli eccessi,

  • ricorrendo anche alle acque anomale

La ricerca agronomica ha acquisito le tecniche per:

  • misurare i consumi di acqua delle piante coltivate;

  • simulare i processi produttivi attraverso i modelli colturali.

Con queste metodologie si ricavano le indicazioni circa l'impatto della desertificazione o di altri possibili scenari climatici sulla produttività agricola di un territorio.

 

Obiettivi

Valutazione in termini tecnici dei rischi derivanti da:

  • variazioni climatiche

  • contrazione della disponibilità di acqua per l'irrigazione

Metodologia

Sia la programmazione dell'irrigazione a livello aziendale che l'analisi della gestione dell'acqua a livello di comprensorio si basano sulla valutazione del bilancio idrico.

Si considera il suolo come un contenitore di acqua che si riempie in seguito alle precipitazioni (al netto del ruscellamento), ai contributi della falda e all'irrigazione e si svuota sotto l'azione del drenaggio e dell'effettiva ET.

 

Dopo aver calcolato ET in base alla "formula di Penman-Monteith",  si intende applicare un modello "agronomico" capace, per diverse combinazioni "cultura - terreno - clima", di stimare:

a livello aziendale:

  • il calendario d'irrigazione senza limitazioni idriche,

  • le fenofasi in cui si verificano gli stress idrici in caso di regimi irrigui limitati,

  • la decurtazione di resa qualora le esigenze della coltura non siano totalmente soddisfatte;

  • i volumi irrigui corretti in base alla qualità delle acque.

a livello territoriale:

prevedere i consumi d'acqua e le rese in funzione:

  • delle tecniche colturali adottate,

  • del tipo di terreno,

  • dell'eventuale cambiamento del clima ("weather generator")  

Documenti 

* Presentazione in Inglese - OMM Ginevra

* Relazione I° Anno

* Programmazione irrigua e analisi della gestione dell'acqua - Workshop Cagliari 16-17 Gennaio 2003

* II° Workshop Roma 3-4 / 04 / 2003
L'acqua e l'ambiente: il contributo della ricerca agronomica

* Scheda informativa sull'attività al 30/04/2003

* Relazione II° Anno

Torna all'inizio

>>